I libri più attesi del 2019

Posted On By admin

Quali sono i libri più attesi di questo 2019? Anche quest’anno il mercato editoriale annuncia grandi ritorni e opere prime molto attese. La frenesia del settore, con moltissimi volumi sfornati praticamente ogni settimana, non fagocita proprio tutto, anzi, che si tratti di autori emergenti o di scrittori ormai famosi in tutto il mondo, c’è ancora una curiosa trepidazione da parte di noi lettori per le prossime uscite. D’altro canto, anche l’avvento degli ebook reader ha facilitato la lettura, con tante tipologie di kindle tra cui scegliere a prezzi molto competitivi, per leggere i nostri autori preferiti ovunque vogliamo.

Libri del 2019, i grandi ritorni

Dopo quattro anni dall’ultimo bestseller “Sottomissione”, Michel Houellebecq torna quest’anno con un nuovo libro altrettanto controverso. Seratonina è uscito nelle librerie il 10 gennaio, edito da La Nave di Teseo, sicuramente è un libro da leggere. Torna anche Amy Hempel con “Sing to It”, nuova raccolta dopo quasi 10 anni di silenzio assoluto. Spazio a Bret Easton Ellis che dopo dieci anni torna in libreria con “White”, in uscita negli Stati Uniti non prima di aprile. Infine, un seguito attesissimo. Margaret Atwood dopo più di trent’anni dal suo “The Handmaid’s Tale”, con tanto di serie tv di Hulu nel mezzo, arriva quest’anno il seguito, chiamato “The Testaments”, annunciato per settembre.

Il 2019 degli scrittori emergenti

Tra gli emergenti, non possiamo non segnalare Sally Rooney, che con “Parlarne tra amici” ha analizzato i rapporti di amicizia e il legame tra sentimento e potere, conquistando le classifiche del 2018. Quest’anno lo scrittore irlandese propone Normal People pubblicato da Einaudi, una seconda opera in cui si mischiano conflitti di classe, potere, rapporto tra i sessi. Altra emergente è la scrittrice Jesmyn Ward, vincitrice di ben due National Book Awards. Dopo le sue due opere prime, arriva in Italia “Sing, Unburied, Sing”, a due anni dalla pubblicazione negli Usa. Prepariamoci ad addentrarci nei rapporti familiari sfilacciati in una città immaginaria del Mississippi.

I migliori libri italiani del 2019

Concludiamo con gli italiani. Cominciano da Giacomo Papi, atteso con il suo “Il censimento dei radical chic”. Un romanzo inquietante sul fragile argine del pensiero libero rimasto in Italia. Attendiamo anche Raffaele Alberto Ventura con “La guerra di tutti”, pubblicato da Minimum fax. L’autore è al suo secondo volume e stavolta si concentra sul ceto medio. Infine, due nomi da non perdere. Eleonora Caruso con “Tutto chiuso tranne il cielo”, in uscita a maggio per Mondadori. E l’amato Marco Missiroli che torna con “Fedeltà”, partorito dopo più di tre anni di lavoro.

admin
info@granviale.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi