Segreti svelati delle fave decorticati: scopri i benefici e le ricette irresistibili!

Posted On By admin

Le fave decorticate sono un tipo di fave secche, oltre che un cibo comodo, nutriente e versatile, che vi consiglia di consumare anche durante l'inverno, ovvero fuori stagione, in quanto alimento protagonista di piatti come minestre e brodi, ma anche per essere trasformarsi in ottimi pesti, deliziose polpette e contorni golosi.

Le fave decorticate Legud, di qualità, possono essere consumate sia crude che cotte, sebbene queste ultime tendano a perdere una buona percentuale di proprietà in seguito alle alte temperature: potrete cucinarle creando squisite zuppe, sostanziosi minestroni, oppure cotte con la menta e trasformate in sfiziosi purè.

È fondamentale mettere le fave secche in ammollo per almeno 12 ore prima di essere cucinate, ma nel caso specifico delle fave secche decorticate, il tempo di ammollo necessario si aggira intorno alle 8-10 ore.

Benefici delle fave decorticate

Le fave decorticate sono un alimento in grado di soddisfare il fabbisogno di ferro e di numerosi ulteriori minerali, tutti necessari al corretto funzionamento dell'organismo umano, e forniscono un ottimale apporto vitaminico. Ma non solo, perché contengono circa 305 kcal per 100 grammi, quindi, con così poche calorie sono spesso tranquillamente inserite nelle diete ipocaloriche.

Esattamente come tutti i legumi, le fave secche decorticate apportano dei benefici all'organismo: l'importante è però non esagerare con il loro consumo ed evitare di mangiarle nel caso siate soggetti a particolari malattie che possano far emergere problemi.

Ma quali sono gli effettivi effetti benefici legati all'assunzione delle fave decorticate? Innanzitutto, favoriscono il corretto funzionamento dell'intestino grazie al buon apporto di fibre, le quali, inoltre, sono un valido ausilio se si desidera contrastare patologie di natura cardiovascolare e diabete, perché regolano l'assorbimento di colesterolo e zuccheri da parte dell'intestino e favoriscono la riduzione della glicemia e del colesterololemia.

Ricette con fave decorticate

Con le fave decorticate potrete cucinare pietanze elaborate o semplici, tutte nutrienti ma soprattutto gustose: scopriamone alcune delle più comuni.

Purè di fave

Il purè di fave è una ricetta estremamente semplice da preparare, che deriva della tradizione pugliese. Dopo aver messo in ammollo le fave per 10 ore, non dovrete far altro che versarle in una pentola ricolma d'acqua fredda e farle cuocere per circa 40 minuti a fuoco lento.
A parte, in un tegame, preparate il soffritto aggiungendo olio extravergine d'oliva, pomodorini, che avrete accuratamente schiacciato con una forchetta e della cipolla, infine, un po' di peperoncino.
A fine cottura, l'acqua dovrebbe essere in buona parte evaporata, a questo punto potrete unire le fave al soffritto, mettendo un pizzico di sale e lasciando che il composto cuocia per un'altra mezz'ora.
Infine, frullate le fave e servitele insieme a cicoria selvatica e pane, secondo la tradizione pugliese.

Falafel di fave

I falafel di fave sono delle polpette altamente proteiche che fanno parte della cucina medio orientale più tradizionale. Per preparare questo gustoso piatto dovete mettere in ammollo le fave per circa 12 ore e poi frullarle aggiungendo spezie e aromi.

Una volta trascorse le 12 ore di ammollo, frullate le fave con un mixer abbastanza potente unendo spezie, scalogno, aglio ed erbe aromatiche, fino a ottenere una consistenza cremosa e uniforme. A questo punto, aggiungete la farina e con le mani create delle polpette da passare nei semi di sesamo o nella farina, e adagiatele in un piatto.
Lasciate riposare le polpette in frigo per almeno un'ora e poi friggete nell'olio bollente finché saranno dorate e croccanti. Infine, scolate i falafel su un panno di carta assorbente e serviteli accompagnandoli con una salsa di melanzane e del pane arabo.

admin
helpdesk@sharkiweb.com