Calabria: finanziamenti per l’agricoltura

L’agricoltura negli ultimi anni è un settore in forte crescita. Il fenomeno riguarda tutto il Paese, ma in particolar modo il sud. Una delle regioni in questione è la Calabria, dove il settore agricolo sta crescendo sempre più e dove la Regione Calabria si sta occupando si stanziare finanziamenti agevolati per gli agricoltori. Uno dei bandi messi a disposizione dall’INAIL è l’Isi-INAIL: permette di migliorare le condizioni di lavoro attraverso la dotazione di trattori, macchine agricole, attrezzatura agricola con un contributo fino al 50%. Questo tipo di bando però si differenzia in base all’età: per giovani agricoltori fino a 40 anni il contributo viene dato fino al 50% a fondo perduto, mentre per quanto riguarda le imprese dove i titolari superano i 40 anni il contributo si riduce fino al 40% a fondo perduto. Anche l’Europa ha dato dei finanziamenti per la Regione Calabria, 3 Milioni di euro, per occuparsi d’interventi per la tutela ambientale.

Bandi per l’artigianato

Poco tempo fa è stato approvato anche un nuovo bando che va a vantaggio delle attività artigianali.

L’artigianato è uno dei motori trainanti dell’economia calabrese. Al comparto che vale più del 9% del PIL della Calabria, è destinato un fondo dalla rilevante dotazione finanziaria, cioè 5.600.000€ in totale di cui 1.600.000€ dal bilancio regionale e il restante da fondi PAC. La Regione Calabria ha presentato un bando di cui sono beneficiarie le imprese artigiane. Il finanziamento massimo ammissibile fino a 70.000€ per investimenti e fino a 35.000€ per reintegro capitale.

Legge resto al Sud

Nella Camera dei deputati è stata approvata una legge per far rimanere i giovani nella loro terra d’origine. La legge resto al sud prevede finanziamenti per la ragione Calabria, ma anche per tutte le altre regioni del sud: Campania, Abbruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Sicilia e Sardegna.

Numerosi vantaggi sono previsti per le attività agricole, recentemente trovatesi in crisi, 50 milioni di euro per gli imprenditori under 40. Quest’ultima è un’assegnazione sperimentale per persone tra i 18 e i 40 anni d’età. Inoltre, questo provvedimento dà ai Comuni di l’autorità d’identificare i terreni e le aree edificate di privati abbandonati da almeno 10 anni, per poter così essere virtuosamente riutilizzati. Mediante il bando pubblico si può rinnovare il permesso per usufruire di quelle aree, un rinnovo che dura 9 anni.

L’attuazione di politiche a fare dell’impresa nel sud, potrebbe frenare l’emigrazione dei cervelli e far lavorare chi è rimasto. La Calabria, infatti, con il suo 58,7% di tasso di disoccupazione giovanile, risulta essere la regione europea con la più alta concentrazione di giovani non impiegati.

admin
info@granviale.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi